venerdì 4 agosto 2017

Recensione: La sottile armonia degli opposti - Nicola Bolaffi.

Aloha! Sono appena tornata dalle vacanze, ma questo è un post che avevo programmato prima di andare via, su un romanzo che non è piaciuto né a me, né alle altre blogger con cui l'ho letto.
Ma chissà che a voi non possa invece piacere! Nel frattempo vi spiego perché no, questo romanzo non fa per me!

TITOLO: La sottile armonia degli opposti
AUTORE: Nicola Bolaffi
COLLANA: Garzanti Libri
PREZZO (CARTACEO): 16,90€
PREZZO (EBOOK): 9,99€
TRAMA: Otto, calzoncini corti e scapole magre sotto la maglia a righe, adora le favole. Quelle che gli racconta suo padre quando lo accompagna a scuola. Perché con il potere della fantasia tutto è possibile, anche far felice sua madre che passa le giornate a letto, al buio, senza parlare con nessuno. Greta è una bambina bellissima, per tutti è come una principessa. Ma lei vorrebbe solo un padre che la prenda in braccio, che venga a vedere le sue recite. Perché un padre non l'ha mai avuto. Otto e Greta non possono che diventare due adolescenti pieni di domande senza risposta. I loro destini corrono su binari paralleli fino al momento in cui, in un istante che sembra infinito, si incontrano. Solo un istante, che però lascia il segno. Ma per cambiare ci vuole coraggio. Il coraggio di credere che, come nelle favole, anche nella realtà l'impossibile accade e due metà possono fondersi in un tutto.